24 Febbraio 2021
COLDIRETTI INCONTRA L’ASSESSORE CANER E I DIRIGENTI COMACCHIO E DELL’ACQUA. SALVAGNO:”VALORIZZARE IL CIBO VENETO, BUONO, SANO E AL PREZZO GIUSTO”

COLDIRETTI INCONTRA L’ASSESSORE CANER E I DIRIGENTI DELL’ACQUA E COMACCHIO

SALVAGNO:”VALORIZZARE IL CIBO VENETO, BUONO, SANO E AL PREZZO GIUSTO”

 

24 febbraio 2021 - La centralità dell’agricoltura  e la strategicità del cibo sono i macro temi dell’incontro organizzato da Coldiretti Veneto con l’Assessore regionale Federico Caner e i dirigenti di settore Andrea Comacchio Capo Area Marketing Territoriale e Nicola Dell’Acqua direttore di Veneto Agricoltura. In collegamento su piattaforma web con tutto il Consiglio, il Presidente Daniele Salvagno con il Vice Carlo Salvan con il direttore Tino Arosio hanno illustrato le linee programmatiche alla luce di quanto riportato nel Patto Identitario, testo di riferimento di Coldiretti per la nuova legislatura, condiviso anche dal Presidente Luca Zaia.

“C’è un filo conduttore che muove tutta l’azione di Coldiretti in questo senso – ha detto Salvagno introducendo i lavori – la valorizzazione del cibo veneto attraverso il pagamento del “prezzo giusto”, mai sotto i costi produzione. Questa legislatura deve caratterizzarsi per questa attenzione, sia quando si decideranno le misure del nuovo Programma di Sviluppo Rurale sia quando si stabiliranno i bandi per le mense scolastiche”.

Lo stile di Coldiretti è propositivo, rappresentiamo imprese e persone, non possiamo scherzare, abbiamo una cultura di governo e stiamo facendo quello che ci compete: accompagnare ai problemi, ipotesi di soluzione, senza dimenticare l’altra faccia della medaglia quando è necessaria, ovvero la protesta – ha precisato Salvagno –. Proprio con questi presupposti è stata avviata la fase di confronto con l’amministrazione regionale. A cominciare dalla revisione della legge regionale del Km Zero che ci apprestiamo a trasmettere al Presidente Zaia per guidare la predisposizione degli appalti pubblici che valorizzino la presenza delle tipicità nelle mense collettive a quella agrituristica che non può non tener conto di quanto sperimentato durante il Covid 19, dalla proposta normativa che abbiamo già presentato e che regola il fotovoltaico a terra, alla mozione sul deflusso ecologico approvata recentemente dal Consiglio regionale. Coldiretti intende giocare un ruolo da protagonista – ha spiegato Salvagno – come abbiamo fatto con la nostra azione avviata, in assenza del livello regionale, con il  progetto di monitoraggio della cimice asiatica sperimentato con successo. Nel confronto una riflessione è stata dedicata alla semplificazione. Meno burocrazia non è solo uno slogan – ha sottolineato Salvagno - ma un obiettivo da perseguire con l’implementazione di un sistema pubblico smart. L’uso di tecnologie e strumenti avanzati deve diventare elemento ordinario non più emergenziale riferendosi a quanto messo in campo per agevolare gli imprenditori agricoli nel disbrigo delle pratiche e svariate scadenze. Altro capitolo importante – ha detto Salvagno – è la legalità e la lotta alla contraffazione per restituire dignità a chi rispetta le regole. Con la progettualità intrapresa insieme all’Osservatorio nazionale sulla criminalità puntiamo a realizzare con la Regione il primo rapporto del Veneto sulle agromafie e  una certificazione etico sociale per le aziende impegnate nell’applicazione dei principi equo solidali.  In merito al Programma di Sviluppo Rurale integrato nel Recovery Fund quale leva competitiva per la rivoluzione green inserita nella nuova Politica Agricola Comunitaria si inserisce anche la questione del PM10: l’Italia, in particolare il Bacino Padano, è stata condannata per i ripetuti sforamenti. Il salto culturale già intrapreso dagli imprenditori agricoli – ha raccomandato Salvagno - deve ora trovare un forte sostegno alle imprese agricole utilizzando non solo le risorse del PSR, ma anche quelle disponibili nel Fondo nazionale per il contrasto alle emissione in atmosfera. Alla Regione è stato chiesto una forte attenzione allo sviluppo della produzione di energia green attraverso i micro impianti a biogas e biometano alimentati con i reflui zootecnici, venendo cosi incontro al grave problema dei nitrati.

Infine uno sguardo è stato dedicato al grande appuntamento con le Olimpiadi Milano – Cortina 2026. Un nuovo modello di turismo sostenibile ed esperienziale deve vedere protagonista l’agricoltura. Il patrimonio delle malghe, unico a livello europeo, rappresenta un unicum da esaltare favorendo l’accesso alle nuove generazioni tramite nuovi regolamenti di assegnazione.

L’attenzione alle imprese agricole rimane centrale anche per quanto riguarda  Veneto Agricoltura. “Fare con e per le aziende a partire dalla ricerca e sperimentazione – ha insistito Salvagno – facendo una fotografia di quel che c’è e valutare ciò che è più opportuno proprio per le realtà agricole del territorio. Occorre far atterrare sulle attività agricole quanto realizzato dall’ente: dalla gestone del patrimonio fondiario alla costituzione dei consorzi forestali per le gestione del legname con uno spirito di collaborazione tra pubblico e privato che veda anche i vivaisti dare il proprio contributo al recupero delle aree boschive colpite da Vaia. Si tratta di continuare insieme – ha infine concluso Salvagno - nell’ impegno a favore della sicurezza alimentare e ambientale di un Veneto operoso, posizionato ai vertici nazionali per i primati d’eccellenza conquistati grazie alla tenacia e al lavoro della gente che lo abita.

FIRMA LA PETIZIONE: Stop fotovoltaico su suolo agricolo

FIRMA LA PETIZIONE Stop fotovoltaico su suolo agricolo

PROGETTO BIOFUTURE – AL VIA IL SECONDO ANNO DI SPERIMENTAZIONE

PSR Mis. 16 - PROGETTO BIOFUTURE – AL VIA IL SECONDO ANNO DI SPERIMENTAZIONE

Campagna Amica

Campagna Amica

Progetti Misura 16

Progetti Misura 16

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning

PSR Innovazione Veneto

L’Organismo di consulenza PSR & Innovazione Veneto S.r.l. opera nel campo della consulenza alle imprese agricole e agroalimentari.

Foresta Amica

Foresta Amica

Legge 4 agosto 2017, n.124 – articolo 1, commi 125-129. Adempimento degli obblighi di trasparenza e di pubblicità.

Legge 4 agosto 2017, n.124 - articolo 1, commi 125-129. Adempimento degli obblighi di trasparenza e di pubblicità.

Portale Coldiretti Export Veneto

Portale Coldiretti Export Veneto

Agriweb Advisor

ONLINE IL NUOVO SITO WEB PER LA CONSULENZA DIGITALE IN COLDIRETTI

Progetto di educazione alla campagna amica

Progetto di educazione alla campagna amica